9° Incursori Softair Roma (Formello)
Username
Password
Captcha

Scorta Armata

Pubblicato il: 21 Giugno 2009
 
Scorta Armata
Premetto che abbiamo giocato e camminato in condizioni meteo e di terreno assurde (pioggia, vento, nebbia, fango e sassi), che ci hanno messo in una situazione di forte stress psicofisico a noi e a tutte le altre squadre (ci sono stati 2 ritiri e qualche squadra ha terminato la gara incompleta a causa di ritiri di alcuni singoli giocatori), in squadra c'erano 2 esordienti (Chick e Eagle), un elemento alla prima esperienza con il 9° (Lillo) ed io al primo incarico come caposquadra e c'erano squadre con esperienza (anche vittoriose) in campo nazionale e che conoscevano già il campo.
Diciamo subito che il posto e’ stupendo come la struttura che ci accoglie, si tratta infatti del crossodromo di San Severino Marche (bar,ristorante e salone feste come spogliatoio e direzione gara). Gli organizzatori ci accolgono con gentilezza, simpatia e grande disponibilità.
Dopo che i capisquadra finiscono il breafing cominciano le infiltrazioni, ogni 5 minuti parte una squadra e tutti dal campo base con una doppia opzione di scelta del sentiero da seguire (lato sx o lato dx del campo). La procedura ci fa intuire che sugli obj ci sarà da fare la "fila".
Già nei giorni precedenti, insieme al cartografo Lillo, avevamo deciso che si saremmo mossi in maniera da evitare il più possibile le pattuglie passando all’interno della boscaglia, e in caso di infiltrazione dal campo base (come e’ successo) saremmo arrivati subito nel punto più lontano e più alto dell’area di gara per poi giocare il resto della gara in discesa.
Partiamo e ci immettiamo nel sentiero dx alle 9.15 ed entro le 15.15 dobbiamo finire la gara.
La squadra e’ composta dal gruppo centrale Chick, Eagle, Gundam e dal vice caposquadra Ispanico, io, Charli, Spezzaossa e Lillo facciamo le ali.
La strategia prevede che, al primo contatto con una pattuglia, di occultarci tutti dentro la boscaglia nel lato dx del sentiero.
Dopo 200 mt. Gundam avvista del movimento (che poi si rivelerà essere una squadra in attesa all’obj alpha) e qui cominciano i primi problemi, una parte della squadra si sposta a sx per poi rientrare a dx ma nel frattempo perde il contatto con il resto del gruppo, forse a causa della forte pioggia che ci accompagna dall’inizio della gara e della fitta vegetazione le radio non funzionano bene e perdiamo tempo per ritrovarci.
Decido di proseguire all’interno della boscaglia ma la pendenza, la fitta vegetazione carica d’acqua e il terreno scivoloso ci fanno desistere e tornare sul sentiero, ma la pendenza del percorso e il fango (si attaccava agli anfibi appesantendoli) ci fanno fare delle soste per recuperare. Camminiamo da un bel po’, siamo già zuppi e non abbiamo sparato ancora un pallino.
Scorta Armata
Arrivati in prossimità dell’obj echo ci aspettano 15 minuti di fila che poi vengono aumentati a causa di un infortunio accorso ad un operatore di un’altra squadra.
A questo punto arriva il momento della prima difficile decisione da prendere, Lillo e Chick si offrono volontari per andare a prendere un wp che dista 400 mt dalla nostra posizione (per prendere un wp bisognava fotografare un componente della squadra vicino al preposto cartello).
Gli do l’ok, lasciano a terra le asg e vanno, passati 15 minuti li chiamo via radio ma le radio continuano a non andare, la pioggia e’ forte e ci stiamo freddando, ci passa avanti un'altra squadra ma finalmente ritornano con il wp acquisito e un km di strada in più sulle gambe (il ritardo e’ dovuto al possibile scontro con una pattuglia abilmente evitato. GRANDI !!!!).
La squadre e’ infreddolita ma ha recuperato un po’ di energie. Al segnale di luce verde attacchiamo senza pietà e con rabbia, la visibilità e’ scarsa ma la disputa finisce presto, da segnalare il comportamento esemplare di un arbitro che ha estromesso un difensore in quanto sparava da una feritoia del suo bunker, si rivede il sorriso sui nostri volti. E 1 !!!!
Si riparte alla volta dell’obj yankee dove non ci sono ingaggi ma solo prove speciali, la pioggia ci concede una pausa di 3 minuti.
Arrivati in prossimità dell’obj ci rimettiamo in fila . . . e ricomincia a piovere.
Le prove richieste riguardano: sminare un campo (incaricati Ispanico e Charli), riconoscimento attraverso delle foto di alcune armi (se ne occupano Lillo, Eagle, Gundam e Spezzaossa) e tiro al bersaglio (io con il supporto di Chick) il tutto sotto la pioggia che nel frattempo e’ diventata torrenziale. Risultato: Lo sminatore va’ in tilt (comunque risultato acquisito), le armi vengono quasi tutte riconosciute e io centro la sagoma con un 5 su 5 dopo che l’arbitro mi da’ un altro set di tiri, in quanto nel primo i pallini facevano dei simpatici giochi d’acqua quando incontravano la pioggia, ma non arrivavano ai 10 mt della sagoma. E 2 !!!!!
Ci dirigiamo verso l’obj delta e ci arriviamo con cautela visto i numerosi passaggi delle pattuglie motorizzate.
Stavolta niente fila, l’obj si trova in mezzo ad una zona con poca vegetazione bassa e tanti alberi e quindi optiamo per un aggiramento stile 9°. Dopo una valanga di pallini chiudiamo la pratica  ma purtroppo con un minuto di penalità. E 3 !!!!!
Scorta Armata
Ci aspetta un tratto di relativa calma e in discesa nel quale acquisiamo altri 2 wp nascondendoci però da 2 pattuglie.
Ci aspetta l’obj bravo dove in 10 minuti dobbiamo eliminare la difesa e azionare un detonatore.
La pratica si dimostra un po’ dura in quanto da qui in poi troveremo obj con alcuni difensori appostati nella vegetazione e quindi fuori dai bunker. E 4 !!!!
Ecco l’obj charli, nonostante il gps ci indichi una determinata posizione nella realtà si trova più spostato vero sx. Risultato: io (ala) me lo trovo improvvisamente davanti e purtroppo una alla volta ci eliminano tutti, ci consola il fatto che e’ stato conquistato da una sola squadra e solo perchè 2 difensori hanno sgranato contemporaneamente.
Cominciamo la discesa verso l’ultimo obj (alpha) e la fatica ormai ci ha distrutti, qualcuno di noi subisce qualche infortunio ma si continua, ormai e’ quasi finita.
L’obj in questione prevede una prova speciale e quindi dobbiamo fare tutto subito e bene, ma purtroppo mai come in questo obj serviva la comunicazione via radio, che nel frattempo continuavano a funzionare male. Gli ingaggi si prolungano un po’ e si verificano anche due casi (quasi 3) di "fuoco amico" ma per fortuna incontriamo un altro arbitro corretto ed efficiente che “invita” l’ultimo difensore ad uscire in seguito all’arrivo sulla sua testa dei nostri pallini, permettendoci cosi di terminare appena in tempo la prova.
E’ FINITA !!!!!
Esfiltriamo con un quarto d’ora in anticipo, all’arrivo gli organizzatori, a cui spieghiamo un po’ la nostra gara, si complimentano in quanto siamo forse l’unica squadra ad aver evitato le pattuglie.
Il momento della lettura delle squadre in base all’ordine di arrivo e’ stata incredibile, eravamo andati con lo scopo di divertirci, farci conoscere e dimostrare di saper fare bene con la sportività e l’educazione che ci contraddistingue da sempre e alla fine e’ arrivato pure questo 3° posto con tanto di ASG per premio.
Per ciò che concerne le singole valutazioni dei 7 elementi (io mi escludo) dico solo che sono stati tutti fantastici (e non lo dico come frase di circostanza), e per descriverne i meriti non basterebbero altre 1000 parole, GRAZIE A TUTTI.
 

> Torna Inizio Pagina <

<< Torna Pagina Precedente <<