9° Incursori Softair Roma (Formello)
Username
Password
Captcha

Berget 8 - Arbedid Valley

Pubblicato il: 20 Giugno 2010
 
Berget 8 - Arbedid Valley
STORIA:
Nell’’anno 2010, la Valle di Arbedid è assediata dalle forze del Poldavia per 6 mesi. La Poldavia è un grande paese a sud della devastata Liburiana; la Valle è dislocata lungo il confine, questa area è ricca di risorse che hanno alimentato i problemi del Liburiana per anni. Il governo della Poldavia si è arricchito con
l’esportazione delle risorse naturali regionali, quali ferro e carbone, la recente scoperta di giacimenti di uranio di grandi dimensioni ha ulteriormente arricchito le tasche dei governanti.
Con la caduta della Liburania migliaia di civili hanno invaso la Valle di Arbedid cercando rifugio, questo ha causato disordini civili tra la popolazione e l’ascesa del NAF (Nothern Alliance Force) che chiede al governo una riforma e la distribuzione delle ricchezze. Voci non confermate affermano che l’esportazione illegale di plutonio è servita per finanziare le operazioni militari. E’ anche probabile che grazie alle strutture segrete per l’arricchimento dell’uranio proveniente dalla Poldavia, siano state costruite armi nucleari utilizzate nella Liburania.
Durante la guerra in Liburania, Poldavia ha evitato conflitti con le forze NAF nel timore di un intervento da parte della NATO, ora che la NATO si è ritirata è libera di “annullare” ogni sentimento anti
governativo.
Ci sono ancora migliaia di civili all’interno della valle, inclusi i locali e i profughi della Liburiana.
Operazioni Poldave negli ultimi 6 mesi hanno consentito di catturare e imprigionare, diversi membri del NAF, i loro sostenitori civili e i vari rifugiati Liburani.
La Valle di Arbedid ora è divisa in tre zone, il centro e la zona a nord sono in mano alle forze del Poldavia.
Eccetto una roccaforte del 3° battaglione del NAF che detiene ancora una base fortificata come ultima sacca di resistenza. La zona verde è mantenuta dalle forze principali NAF e incorpora diversi campi
profughi civili; la zona centrale ospita la maggior parte delle forze poldaviane, incluso un campo di prigionia che ospita forze del NAF civili.
Centinaia di civili stanno cercando di scappare dalla zona verde, e entrambe le forze Poldaviane e NAF hanno creato lungo il confine della green zone fortificazioni e campi minati.

 

REPORT:

Berget 8 - Arbedid Valley

Si atterra a Stoccolma Arlanda (notare il cambio di temperatura) alle 15.00 circa cerchiamo immediatamente il bus navetta che ci porterà all’Europecar per ritirare le 2 golf noleggiate, completiamo le pratiche per il ritiro, carichiamo i bagagli, ci mettiamo d’accordo sul canale radio per tenere il contatto tra le 2 auto e partiamo verso Gavle, località nella quale faremo tappa per acquistare generi alimentari e acqua per i giorni di gioco; usciti dal centro commerciale sono già le 20.00.
Sempre a Gavle cerchiamo un posto dove mangiare un boccone e fare qualche foto prima di lasciare la città. Lasciata Gavle ci aspetterà un lungo viaggio prima verso Harnosand (località di gioco dello scorso anno) e successivamente verso Solleftea (località di gioco di quest'anno).
Arriviamo a Solleftea alle 02.00 circa, troviamo la location ma tutti dormono, riusciamo a trovare un ragazzo della Crew che ci spiega come trovare il ns campo, appena arrivati, troviamo una tenda che altri ragazzi italiani ci hanno “prenotato”, scarichiamo sacchi a pelo,

Berget 8 - Arbedid Valley
materassini e teli e tutti in tenda a ronfare, il viaggio è stato lungo e siamo abbastanza stanchi.
L’indomani sveglia alle ore 09.00.
Appena svegliati e dopo aver fatto il ceck in veniamo accompagnati dall’organizzazione nel luogo nel quale sono tenute tutte le casse del materiale, sballiamo tutto, lo carichiamo in macchina e torniamo al campo per sistemarci bene nella tenda che sarà la nostra casa per 3 giorni. 
Il gioco inizia alle 18.00 di mercoledì, nelle ore precedenti sistemiamo la tenda e gli equipaggiamenti, il tempo passa veloce, tra poco si inizia.

Ora, non stò ad annoiarvi con i racconti di ogni singolo giorno, vi faccio il riassunto veloce, aggiungo solo che quando eravamo al campo, anche per andare solo a lavarci i denti o fare i normali “bisogni” ci portavamo sempre almeno l'a.s.g. con un paio di caricatori...
C’è da dire che per conquistare l’obj e mantenerlo subito dopo si era scatenato l’inferno, poi gli ultimi rimasti che hanno difeso l’obj conquistato per oltre 6 ore, le ultime 3 sono state micidiali, piccole pattuglie nemiche attaccavano ogni tanto, quando la stanchezza ormai si faceva sentire, dopo oltre 10 ore ininterrotte di gioco.

Purtroppo il venerdi ci regala una brutta sorpresa, acqua a catinelle, tutti in piedi e a scavare per sopravvivere, poi tutti davanti ai fuochi ad asciugarsi, ha piovuto con talmente tanta intensità che dopo 2 ore sotto l’acqua a scavare il goretex era fradicio.

Berget 8 - Arbedid Valley
Il gioco a questo punto è stato sospeso, anche perché molti NAF il cui campo era peggio del nostro hanno abbandonato il gioco.
Apro una piccola parentesi, in rete gira un video che dice esattamente l’opposto, ma basta andare sul forum del Berget per sapere la verità, l’unica cosa che mi dà fastidio è che chi ha girato il video è un italiano.
L’ultimo giorno, invece è stato giocato assaltando i campi nemici; la colonna parte dal campo...

Anche qui, un bel cinema. I NAF presenti ci dissero di essere out game, quindi abbiamo proseguito per il campo successivo, scoprendo poi che i primi NAF non erano out game ma IN GAME (notizia arrivata dalla Crew)
 

 

CONCLUSIONI
Anche quest’anno il Berget mi è piaciuto moltissimo. Molto differente da quello dello scorso anno è stato molto più dinamico (combat) ma meno scenografico. La location non era malvagia ma non bella come quella di Harnosand, idem per le 2 cittadine. L’unica critica che posso fare alla Crew (organizzatrice) è il fattore tende. Se venivano posizionate in posti migliori molti non avrebbero abbandonato il gioco dopo 2 giorni e mezzo. I soliti duri a morire e gli idioti che pensano ad una milsim come ad uno spara tutto purtroppo c’erano, anche se molti meno rispetto allo scorso anno.
Inutile dirvi che tra meno di 4 mesi inizieremo a pianificare il Berget del prossimo anno…
 

> Torna Inizio Pagina <

<< Torna Pagina Precedente <<