9° Incursori Softair Roma (Formello)
Username
Password
Captcha

Hunting Tintorera

Pubblicato il: 02 Ottobre 2011
 
Hunting Tintorera
Prefazione:
Il pericoloso cartello del narcotraffico di Bogotà riceve un duro colpo dalla polizia locale e il boss Tintorera è costretto a fuggire dalla città per raggiungere la regione di Ochabamba.
Il fitto della foresta tropicale nasconde le sue tracce e rende impossibile la sua localizzazione.
Stabilito un nuovo quartier generale, Tintorera inizia a riorganizzare il traffico degli stupefacenti.
Forte di un esercito privato e soprattutto di una milizia propria addetta alla sua protezione, il boss sta nuovamente preoccupando le autorità del paese.
Ottobre 2011 forze congiunte boliviane e special forces D.E.A. vengono inviate nell’area per scovare il quartier generale di Tintorera per la conseguente eliminazione del boss.

Ore 05.00 AM Appuntamento Autogril “Salario” sul G.R.A. Sul posto si presentano in ordine sparso gli operatori. Al momento della partenza mancano all’appello 2 operatori.

Ore 05.25 AM Partenza destinazione Foligno.

Ore 07.00 AM Arrivo sul campo di gara, parcheggio ed operazioni verifica e preparazione equipaggiamento.

Ore 08.50 AM L’organizzazione 10 minuti prima della partenza comunica alle squadre partecipanti l’ordine di partenza e il percorso stimato per ogni team da 7,5 a 8,8 km.
La fortuna si gira dall’altra parte e ci viene assegnato l’ultimo slot utile per la partenza con altri 2 team alle 09.40 AM

Ore 09.40 AM Si parte, ed iniziano le sorprese. Inserite le coordinate, il gps calcola la distanza per il primo Waypoint oltre 2 Km.
Neanche ne percorriamo uno e già qualcosa non quadra; oltre 4 ingaggi con le pattuglie della contro, che invece di pattugliare ed intercettare, si nascondono e tendono agguati.
Il team reagisce con un buon livello di prontezza e in pochi minuti per scontro le pattuglie vengono annientate.
Si prosegue fino al primo WP alternando campi arati a boscaglia fitta, bosco a pietraie e ripide salite.
Insorgono i primi dubbi…
Altro che difficoltà media come descritto sul book inviatoci.
Hunting Tintorera
Giunti al WP ci accorgiamo che il biglietto del colore assegnatoci con le coordinate del prossimo è assente, qualche daltonico degli altri team l’avrà scambiato con il proprio.
Chiediamo disposizioni all’organizzazione e ci assegnano un nuovo biglietto con il target: Three Sisters.
Il gps calcola e….
sorpresa 2.5 Km c.a.
In pratica attraversare tutto il campo di gioco passando per il punto di partenza ed andare oltre.
Passando per il punto di partenza vediamo altri team vicino alle macchine che si stanno già cambiando!
Com’è possibile? Semplice si stanno ritirando.
Segno le difficoltà incontrate erano pesanti anche per gli altri.
Finalmente arriviamo al WP, lo conquistiamo, inseriamo le coordinate assegnateci e… altri quasi 2 km. di scarpinata.
Stavolta attraversiamo solo i 2/3 del campo di gioco.
Sembra il gioco dell’oca, Bah….
Dopo l’ennesima scarpinata, un ennesimo ingaggio con la contro, e defilandoci in maniera esemplare da un’altra che ci passa a 3 metri, finalmente raggiungiamo il primo Target: un edificio presidiato.
Il team si divide preparando un attacco frontale massiccio e due gruppi laterali che prenderanno ai fianchi gli occupanti.
Dal momento della luce verde in una manciata di minuti è tutto finito e i difensori sgominati.
Si passa al prossimo Target e stavolta la fortuna ci assiste, è vicinissimo e in 15 min siamo lì.
Si tratta di un bunker fortificato in cima ad una collinetta boschiva.
Per l’occasione il team si divide in una squadra d’attacco frontale di 5 elementi e una seconda squadra di 4 che attaccherà in sul fianco da posizione vantaggiosa.

E’ tutto pronto, siamo in posizione, si richiede luce verde per l’ingaggio e veniamo messi in attesa.
Passano i minuti e il caposquadra ci da ordine di attendere… al bunker qualcosa non va; stanno smontando tutto.
Veniamo a sapere che l’organizzazione non ha avvertito le squadre della contro-interdizione che per i team partiti in ritardo sull’orario previsto vi doveva essere un’estensione di tempo limite.
Alla fine l’obiettivo comunque ci viene dato valido poiché abbiamo richiesto la finestra di ingaggio entro l’orario previsto.

Hunting Tintorera
Ore 04.45 PM Ritorniamo al punto di infiltrazione e Sephirot assieme a Spider si recano dall’organizzazione per chiedere chiarimenti in merito.
Dopo un breve chiarimento tutto si risolve e riconoscono il loro errore dandoci un bonus per il tempo di gioco non giocato.

Ore 05.30 PM Finalmente l’ora della premiazione. Tutti in attesa per sapere se i nostri sforzi, i 14,5 Km di marcia a 25 C° spesso sotto il sole, i 3 Lt. di acqua a testa bevuti sono serviti a qualcosa.
Arriva il verdetto e….. 9 Incursori… 5 classificato con 13 nostri operatori colpiti durante i vari scontri.
Ma come? Noi a conti fatti non superiamo i 6!
Spider decide di mettersi a colloquio con l’organizzazione, facendoli ravvedere degli errati conteggi, permettendoci così di arrivare alla fine al meritato podio: 3° CLASSIFICATI.

Alla fine possiamo dire che Il Team si è comportato egregiamente anche se permangono alcune lacune sicuramente colmabili da un pò di allenamento e di affiatamento, dato che dello zoccolo duro del 9° sono presenti pochi elementi.
Il risultato conseguito è dovuto al 50% dalla preparazione fisica non indifferente (del resto alcuni dei partecipanti si sono ritirati) e per il restante 50% dallo spirito, dalla testardaggine di andare avanti e dalle capacità di tutti i componenti dei dare del loro meglio con una tale fatica sulle spalle.


> Torna Inizio Pagina <

<< Torna Pagina Precedente <<