9° Incursori Softair Roma (Formello)
Username
Password
Captcha

Fox Hole: Dingo's Fury

Pubblicato il: 06 Dicembre 2014
 
Fox Hole: Dingo's Fury
Il Soft Air Tergeste (SAT), in collaborazione con i club triestini Wild Boars SAT e Fallout SAT, organizza per il 6 e 7 dicembre prossimi a Fernetti, località del comune di Monrupino (Ts), l’evento Hsa (hard soft air) non competitivo con debriefing finale “Fox Hole: Dingo’s Fury”.
La missione, riservata a squadre di massimo quattro operatori ciascuna, avrà una durata effettiva di 30h e consisterà in una recon a lungo raggio con sabotaggi e sniper action, il tutto con un impegno fisico/tecnico elevato.

Le missioni vengono definite da un canovaccio (supposto tattico) che individua una serie di obiettivi legati tra loro da un filo logico, come può accadere nella realtà delle operazioni SF.
Ai team partecipanti si richiede di “decifrare” tale logica attraverso il resoconto di ciò che hanno visto (debriefing), stabilendo quali obiettivi sono più paganti rispetto ad altri, quali conviene attaccare e quali soltanto “ricognire”.

Qual è il vantaggio di questo tipo d’approccio? Ogni team esegue la pianificazione che più risponde ai suoi gusti e alle sue capacità.
Alcuni preferiscono le azioni dirette, altri le recon; vi sono camminatori instancabili e giocatori che privilegiano l’osservazione.
Ogni squadra, quindi, fa prima di tutto i conti coi propri limiti, poi con le prove in sé.

Supposto tattico dell’evento
L’instabilità politica in Medio Oriente ha portato ad una fortissima espansione del terrorismo di matrice jihadista e sunnita, che si è sviluppato principalmente in Kuaral, ciò a causa dell’incapacità dell’attuale governo locale di contrastare il fenomeno. Infatti, l’esercito kuaragliano, armato dagli Usa, riesce a stento a difendere la capitale e poche altre zone strategiche del Paese, lasciando vastissime parti del territorio in mano ai gruppi jihadisti, che le sfruttano per organizzarsi e lanciare attacchi con missili rudimentali verso la capitale Baglad e le altre nazioni che tentano di opporsi all’Izjs, la principale organizzazione terroristica dell’area. Si segnalano già decine di missili caduti in territorio Sariano e Asreliano, e svariate decine di morti o feriti, principalmente tra le popolazioni civili.

Fox Hole: Dingo's Fury
La situazione è estremamente complessa, sia da un punto di vista militare che politico, poiché vi sono ampie zone del Kuaral direttamente sotto il controllo dei gruppi terroristici, e parte di esse è direttamente confinante con l’Abaira Saudita.
Se, formalmente, quest’ultima si è sempre detta alleata delle potenze occidentali, vi sono evidenti prove che le fazioni sunnite più estremiste, capeggiate dall’erede al trono, vedono positivamente un’avanzata dell’Izjs e una sua presa del potere in Kuaral.

Pare infatti che parte degli apparati sauditi finanzino e addestrino milizie jihadiste, sfruttando i confini comuni e la difficoltà d’intercettare tali traffici.

Le squadre partecipanti avranno il compito di effettuare ricognizioni nell’area identificando gli obiettivi da colpire, quindi svolgere azioni dirette su di essi.


> Torna Inizio Pagina <

<< Torna Pagina Precedente <<