9° Incursori Softair Roma (Formello)
Username
Password
Captcha
La storia del club 9° Incursori Softair di Roma (Formello)

Il 9 incursori a.s.d (associazione sportiva dilettantistica) è una associazione senza scopo di lucro, regolarmente costituita a Roma e che pratica e promuove il soft air.

Si incomincia fin dal 1997 in uno dei club precursori del softair Laziale, ma dopo l'implosione dello stesso ed altre esperienze, nel 2005, grazie all’amicizia e l’impegno dei tre soci fondatori, essi decidono di costituire una propria a.s.d. improntata su una visione più dinamica e più agonistica di questa disciplina orientata verso il realismo e la simulazione; un’ associazione che potesse prendere parte a tutti gli eventi più avvincenti presenti sul territorio nazionale ed estero e promuovere il soft air nella sua accezione più sportiva.

Ad oggi il 9°incursori annovera oltre quaranta iscritti ed offre la possibilità di praticare il soft air a diversi livelli in base alle esigenze, volontà e passione del singolo associato. Ci si può distinguere dalla semplice attività ludico/sportiva domenicale che non necessita di conoscenze teoriche e/o tecniche particolari ed equipaggiamenti di costo elevato, sino alla possibilità, laddove l’associato manifesti dedizione e passione per questo sport, di prendere parte nelle squadre agonistiche che sono presenti al suo interno. Chi entra nel 9°incursori a.s.d. aderisce, oltre che ad un club, ad una fratellanza di persone che condividono la stessa passione. Spesso questa amicizia non si esaurisce o si finalizza esclusivamente alla pratica sul campo, ma continua e si dirama anche in altre attività in ambito sociale, ricreativo e lavorativo.

Principalmente il Club ha un profondo rispetto per l’ambiente e s’impegna costantemente a mantenere pulito il territorio dove svolge la propria attività. Durante le sessioni di gioco è rigorosamente obbligatorio l’utilizzo di pallini biodegradabili e mantenere un comportamento rispettoso verso i luoghi e le persone ospitanti l’attività ludico/sportiva. Il 9°incursori a.s.d., inoltre, ha ottimi rapporti con le forze dell’ordine, con esse, durante la sua attività, collabora nel controllare delle porzioni di territorio che, a volte, potrebbero risultare da loro irraggiungibili con mezzi ordinari segnalando, tempestivamente, qualsiasi circostanza o persona che potrebbe minare la tranquillità di quei luoghi.

> Torna Inizio Pagina <

Le nostre squadre agonistiche

Nella pratica del softair non esistono solo le gare tra amici praticate nel campetto vicino casa, ma si arriva addirittura a tornei agonistici nazionali ed internazionali i quali hanno una durata di almeno 4 ore fino alle 72 ore, con impiego di Jeep, gommoni ed elicotteri. E’ il cosiddetto softair agonistico o hard softair a cui noi partecipiamo con varie squadre.

Se l’ interesse è limitato al passare una domenica in compagnia trovate certamente nel club molti elementi disposti a condividere con voi quest’esperienza comunque divertente. Se invece desiderate alzare la mira ed entrare a far parte dei "gruppi d’elite", dovrete seguire un percorso più lungo ed essere disposti ad impegno sia fisico che monetario maggiore.

Per partecipare a tali tornei si deve essere quindi disposti a dedicare un fine settimana a quest’attività, a compiere viaggi a volte anche abbastanza lunghi (spesso svegliandosi la mattina all'alba) e a spendere cifre non proprio trascurabili (benzina, iscrizione, ecc) oltre a dotarsi dell’attrezzatura indispensabile.

Per prima cosa per poter partecipare a un torneo gli operatori devono indossare una mimetica di buon livello dello stesso tipo (Marpat, Vegetata, Multicam, ecc), inoltre devono avere una certa prestanza fisica dato che spesso si devono percorrere diversi chilometri con forti dislivelli ed in tempi prestabiliti. Ci si dovrà dotare almeno di uno zaino e del materiale per il bivacco.

Riassumendo, se mirate a intraprendere una carriera agonistica e a formare e difendere il vostro nome così da entrare e ad avere un ruolo rilevante all’interno dell’ club vi consigliamo di seguire le seguenti specifiche e consigli:

E’ necessario cercare di creare un certo affiatamento e sfruttare l’esperienza accumulata nei tornei precedenti, quindi anche nelle giocate domenicali bisogna allenarsi in previsione dei prossimi tornei, noi poi organizziamo delle giocate proprio in previsione dei tornei. Corsa, resistenza, marce zavorrate: è sconsigliabile prendere parte a un torneo impegnativo (per la tempistica e la conformazione del territorio) senza un adeguato allenamento, si rischiano crampi, malori e incidenti dovuti alla stanchezza. La Preparazione tecnica: pattugliamento, formazione pattuglia (avanguardia, cartografo, capopattuglia, retroguardia), movimento, ecc

  • - Imboscata mimetismo, attesa, uso delle radio, coordinazione di fuoco
  • - Assalto divisione team in due squadre, uso della radio, tecniche di copertura, fuoco di saturazione, movimento tattico, uso di gesti nella comunicazione
  • - Ripiegamento RAI (reazione automatica immediata), movimento rapido di ripiegamento, fuoco di copertura
  • - Irruzione in urban/bunker tecniche di irruzione, movimento e copertura in coppia
  • - fast rope (discesa in corda) discesa in corda doppia, tecniche sui nodi
  • - Orientamento GPS, cartografia, uso della bussola
  • - Movimento in condizioni avverse notturna, pioggia, rovi, passaggi difficoltosi

Il coordinamento, questa è l’ultima e la più importante parte dell’iter addestrativo. Il team agonistico deve diventare un unico spirito che agisce in modo rapido, veloce ed efficiente.

> Torna Inizio Pagina <

9° Reggimento d'Assalto "Col. Moschin"

Da chi si prende il nome...

Link www.colmoschin.it

Il 9º Reggimento d'Assalto Paracadutisti "Col Moschin" è comunemente chiamato il Nono. Il Reggimento Col Moschin appartiene alla Brigata Paracadutisti Folgore e tiene in custodia la bandiera del X Reggimento Arditi, del quale ha ereditato l'anno di costituzione (1918) e le mostrine (fiamme nere), riadottate nel 2006.

Dal 1995, nel quadro di ristrutturazione dell'Esercito Italiano, è passato da Battaglione a Reggimento. La base centrale del Reggimento è a Livorno presso la caserma "Vannucci". Esiste anche un centro di addestramento, denominato Base Addestramento Incursori (BAI) a Pisa, situato nel parco regionale di San Rossore (ex tenuta presidenziale) vicino alla foce del fiume Arno, che viene utilizzato per le attività anfibie e subacquee del reggimento.

Prima guerra mondiale La storia del Reggimento può essere associata a quella di alcune unità di Arditi della Prima guerra mondiale, quale il IX Reparto d'Assalto. Gli arditi si imposero sulla scena militare, guadagnandosi una fama impressionante grazie ai loro atti di eroismo e per la violenza delle loro azioni. Gli arditi erano specialisti degli assalti con lancio di bombe a mano e con combattimenti all'arma bianca nelle trincee nemiche. Il IX Reparto, in particolare, si distinse sul monte Grappa, dove fu protagonista della riconquista di alcune posizioni austriache sul Col Moschin, sul Col della Berretta e sull'Asolone.

Seconda guerra mondiale Il 20 luglio 1942 si costituisce a Santa Severa un Reggimento Arditi che pochi mesi dopo viene denominato X Reggimento Arditi. Il reparto, con mostrina dalle fiamme azzurre, opera alle dipendenze dell'Ufficio Operazioni dello Stato Maggiore. Impiegato in operazioni dietro le linee nemiche in Tunisia, Algeria, e nella Sicilia liberata dagli Alleati, cessa di esistere l'8 settembre del 1943. Il I battaglione dislocato in Sardegna, si riordina nel 1944 in IX Reparto d'Assalto e partecipa alla Guerra di Liberazione, inquadrato nel Gruppo di Combattimento "Legnano".

Dopoguerra Smobilitato nel 1946, viene ricostituito come compagnia presso la Scuola di Fanteria a Cesano nel 1953, ed un anno dopo diviene Reparto Sabotatori Paracadutisti. Assegnato alla scuola di paracadutismo di Pisa nel 1957, diviene Battaglione Sabotatori Paracadutisti il 25 settembre 1961. Segue quindi le sorti della rinata Folgore, e nel 1975 assume la denominazione di 9º Battaglione d'Assalto Paracadutisti "Col Moschin".

> Torna Inizio Pagina <

Dicono di Noi

Diteci la vostra:

1) Come ci avete trovati? Tramite Internet? Amici? Volantini?

2) Cosa pensavate prima di noi del softair in generale? e dopo?

3) Cosa pensavate del club prima di conoscerci? e dopo?


GAMBA

1) Tramite un negozio di softair.

2) Bello perché a contatto con la natura. Dopo: avevo ragione

3) Speravo di trovare un club dinamico e divertente. Dopo: m'ha detto bene !!!! :-)))


SEPHIROT

1) Tramite volantino

2) Prima ne ero completamente all'oscuro, dopo da paura un mondo dove mi sarebbe piaciuto entrare molto tempo prima!!!!

3)Prima sinceramente nulla ho scelto per il nome e per la bella grafica del sito!!!! Ero molto interessato a vedere che persone avrei incontrato, dopo un club fantastico da rimanere senza parole!!! grandi persone dalla prima all'ultima!!!! fiero e onorato di appartenervi!!!


SNOOPY

1) Vi ho trovato tramite internet: cercavo un gruppo che facesse softair nella zona di Roma ed il vostro mi è sembrato il più promettente;

2) Avendolo praticato, con pochi amici, per qualche tempo quando ero ancora un giovane virgulto (quasi due decadi orsono) pensavo che fosse un bel giochino divertente, ma nulla di più…ora penso che sia un gran bel gioco, affascinante e, sotto alcuni aspetti, anche utile per il mio lavoro (CC Ros), ma soprattutto un vero sport dove ci si fa un mazzo non indifferente;

3) Prima di conoscere il club pensavo che, in generale, questi club fossero composti, per la maggior parte, da esaltati…dopo ho scoperto che questo club è composto da persone veramente preparate, veri sportivi, sia dal punto fisico che morale, tutt’altro che esaltati, estremamente disponibili e sono onorato di essere entrato a far parte di un club come questo.


SPIKE

1) Come ci avete trovati?

... un giorno ... un "bel" giorno, SNOOPY mi chiama al cell e mi dice "... ho trovato un asd che fa softair che sembra molto seria e composta da gente in gamba, che dici andiamo a provare?"

2) Cosa pensavate prima di noi del softair in generale? e dopo?
ho sempre pensato che era una attività "da provare assolutamente" e che mi affascinava molto, ma non ero mai riuscito a farlo per i motivi più svariati...ora che l'ho fatto, temo di aver preso il vizio!

3) Cosa pensavate del club prima di conoscerci? e dopo?
Non pensavo nulla del club... mi ero solo fatto un'idea di serietà e competenza vedendo il sito internet, ma mi ripromettevo di verificarla sul campo.
Ora ho visto che è anche meglio di quello che sembrava, soprattutto avendo visto come è stato accolto un totale neofita come me; da parte di tutti, alla serietà e competenza tecnica è stata affiancata la tolleranza per la mia assoluta inesperienza; il risultato? mi sto divertendo come un matto!
Ovviamente, lasciatemi dire che il principale artefice del mio giudizio più che positivo è il nostro presidente, a cui va il mio più sincero GRAZIE.

WEST

Ho conosciuto il club grazie ad un amico, che dire siete delle persone fantastiche con cui ci si può giocare e parlare tranquillamente, non ci sono esaltati, e questo rende il gruppo migliore se non dire eccellente a confronto di altri gruppi. Sempre onorato di farne parte da quasi 10 anni



 

 

LUPO

1) Su internet per trovare il modo di passare una domenica mattina

2) Pensavo che chi facesse soft air erano esaltati che di militare non avevano nulla tranne che la fissa... dopo: un bel gruppo e uno sport vero dove ci si diverte basandosi principalmente sulla regola e fiducia dell’ auto dichiarazione

3) dal nome un programma.. dopo: che taglio qua stanno scocciati come me! Ammetto che fino a quest’ anno non sapevo proprio nulla di come si vive questo mondo il problema è una falsa conoscenza che molti hanno purtroppo nel mio lavoro (esercito effettivo) pochi, anzi pochissimi, sanno che tra attrezzature e modalità di gioco si potrebbero addirittura avere vantaggi proprio in ambiente lavorativo.


FRANZ

1) In un negozio ho incontrato uno dei vostri e mi ha detto di venire a provare...

2) Che era un modo di divertirsi all'aria aperta. dopo: che era un modo di divertirsi all'aria aperta con un branco di simpatici fanciulloni!!! :lol: :lol:

3) speravo che non foste degli esaltati. per fortuna non lo siete.. certo però che è pieno di matti come me!!! :lol: :lol: :lol: :D :D :D


SKIZZO

1) Tramite Franz

2) Prima pensavo fosse un gioco fichissimo e divertente; poi oltre all'opinione appena espressa, penso che sia anche un modo per farsi un discreto organo la domenica mattina! :D :D :D

3) Del club non avevo un'idea. Ora che dire...una banda di scocciati come me!!


ASTE'

1) Tramite un amico, io e lui giravamo per club insieme.

2) Nel club di prima tanta gente incapace con voglia solo di farti male. Poi con voi un bel club di matti però con tanta voglia di giocare bene e nelle regole con due scemi in più nel club

3) Eravate famosi e blasonati , ho scelto il top o meglio il mio amico a scelto per me il top.


PIKE

1) Vi ho conosciuto in un'altro club mentre stavate creando il 9°

2) Il softair all'inizio mi sembrava un gioco divertente ma conoscendo voi direi che è uno sport fantastico.

3) Forse mi ripeto con il punto 2 ma giocare con voi rende tutto molto più divertente e soprattutto molto più bello e professionale sotto il profilo sportivo.

 

> Torna Inizio Pagina <